SAN GIACOMO E IL NOME DI GESÙ

SAN GIACOMO E IL NOME DI GESÙ

14 Marzo 2021 Off Di Elisabetta Muccioli

San Bernardino fu compagno e maestro di Giacomo per tanti anni, cucì la sua prima tunica sul monte de La Verna e inventò la tavoletta con il Nome di Gesù.

Durante le prediche mostrava le lettere latine IHS (Gesù Salvatore degli uomini) circondate da raggi dorati come un sole.

Anche san Giacomo desiderava che tutti avessero fiducia in Dio. Quando visitava una città, dopo aver parlato alle persone, offriva una tavoletta dipinta con il Nome di Gesù. Lo donava anche scritto su un pezzettino di carta o di stoffa, detto breve, in modo che le persone potessero portarlo addosso.

San Giacomo è famoso per i miracoli e le guarigioni che compiva invocando il Nome di Gesù. Prometteva l’intervento di Dio e anche il suo aiuto a chi avesse custodito con cura il sacro breve e invocato Gesù con fiducia. Quando gli portavano gli ammalati, li benediceva con il segno della croce e poneva il Nome di Gesù sulla parte malata.

La fede in Gesù, l’amore per tutti e la generosità nell’aiutare gli altri hanno reso possibile l’avverarsi di tanti desideri e richieste.

Non è una magia e neppure un ricatto, ma è la bontà di Dio che opera e ascolta le preghiere di san Giacomo.

Continua a seguire questa pagina. Ogni mese il giorno 15 pubblicheremo alcune storie così potrai conoscere meglio san Giacomo.

San Giacomo, prega per noi!

Ascolta il podcast di questa pagina

Voce narrante: Cristina Polverelli – Postproduzione audio: Emanuele Mussoni